Attacchi di tosse notturna negli adulti

La tosse notturna è un sintomo piuttosto fastidioso che non solo deteriora la qualità del riposo della persona stessa e di chi le sta intorno, ma anche potrebbe significare la presenza di malattie gravi che richiedono un intervento medico urgente. Dunque non bisogna sorprendersi che di fronte a questo problema sorgono tantissimi punti interrogativi: perché la tosse diventa più intensa durante la notte, quanto è pericoloso e quali rimedi esistono?

Come affrontare il problema?

La ragazza tossisce mentre giace a lettoPrima di tutto, bisogna scoprire le cause di questi attacchi di tosse notturna che potrebbero essere sia una reazione dell’organismo alle condizioni esterne avverse che un segno della presenza dei problemi di salute gravi. Se nel primo caso basterà aggiustare il microclima all’interno della vostra camera da letto, nel secondo invece ci vogliono delle cure mediche.

Oltre alla medicina tradizionale, esiste una grande quantità di ricette naturali che nel corso degli anni si sono dimostrate piuttosto efficaci. Andiamo a scoprire da dove provengono questi attacchi notturni e come è possibile calmare la tosse senza apportare danni alla nostra salute.

Cause della tosse notturna

Gli attacchi di tosse notturna negli adulti possono essere provocati sia da varie malattie, che da motivi esterni. Se la tosse non è accompagnata da altri sintomi come febbre, brividi o dolori al torace, in questo caso bisogna, prima di tutto, prestare  attenzione alla camera in cui dormite. Quindi la tosse notturna negli adulti può essere provocata dai seguenti fattori:

  • l’aria troppo calda o secca all’interno della camera da letto può causare la secchezza delle mucose orali.
  • la biancheria da letto di bassa qualità da materiale sintetico, così come piumoni e cuscini di piume che possono provocare le reazioni allergiche.
  • gli acari ossia i piccoli parassiti che irritano i tessuti dell’apparato respiratorio.
  • la posizione scomoda della testa durante il riposo notturno che potrebbe comportare i problemi della circolazione sanguigna e, di conseguenza, le sensazioni di mancanza d’aria;
  • polvere accumulata che finisce nei polmoni e rappresenta una fonte di reazioni allergiche;
  • allergie al pelo di animali domestici o ai pollini.

Gli attacchi di tosse si manifestano spesso nelle persone che amano tenere tante piante in casa. L’abbondanza delle piante da appartamento potrebbe rappresentare non solo la fonte di allergie, ma anche creare l’effetto della mancanza di ossigeno, perché la fotosintesi si ferma di notte con il buio e le piante come tutte le altre creature viventi iniziano a consumare l’ossigeno invece di produrlo.

La causa della tosse notturna non è per forza una malattia. Cercate, prima di tutto, di valutare l’ambiente intorno a voi e togliere tutte le fonti di reazioni allergiche.

Dunque, per individuare le vere cause della tosse notturna, prima di tutto, bisogna togliere tutte le condizioni sfavorevoli che potrebbero provocarla: non dimenticate della ventilazione e della pulizia a umido della vostra stanza da letto, acquistate gli accessori per camera da letto nuovi, spostate le vasi con piante nelle altre stanze ecc. Se dopo tutti questi rimedi la situazione, comunque, non migliora, bisogna consultare immediatamente il proprio medico di base perché in questo caso probabilmente si tratta già dei processi infiammatori interni piuttosto che degli allergeni dell’ambiente esterno.

Tipi di tosse

Tosse a lettoI rimedi per la tosse durante la notte dipendono dal tipo di tosse e dai sintomi presenti. Ad esempio, la tosse che si manifesta prima della fase dell’addormentamento, probabilmente, è dovuta al fatto che ci si addormenta in posizione orizzontale. Questo tipo di tosse potrebbe essere sia secco con scarso catarro, causato da eccessivi secrezioni nasali, che tosse grassa o umida legata all’accumulo di secrezioni nel sistema bronchiale.

Anche chi soffre di asma manifesta attacchi di tosse prima di addormentarsi — la tosse in questo caso è molto forte e straziante, accompagnata dal senso di oppressione al torace. Questa sensazione è dovuta all’ostruzione delle vie aeree con eccesso di muco che diventa più intensa quando ci si sdraia. Anche i fumatori, coloro che fanno abuso di alcool o vivono nelle aree industriali colpite dall’inquinamento dell’area oppure chi soffre di reazioni allergiche provocate da contatto a federe e lenzuola sintetiche, imbottiture per cuscini e coperte o dall’odore del detergente con cui sono stati lavati gli accessori per camera da letto.

La tosse durante il sonno potrebbe essere un segno di raffreddore, faringite oppure bronchite. All’inizio la tosse è piuttosto secca, però sviluppandosi il processo infiammatorio si accompagna anche dalla secrezione di muco. La tosse mattutina che si manifesta negli adulti parla di grandi quantità di muco nelle vie respiratorie — a causa della lunga permanenza nella posizione orizzontale la circolazione sanguigna rallenta, e il muco non si dissolve completamente. Anche la notte passata in una camera da letto con aria secca e temperatura non adatta potrebbe causare la tosse mattutina.

A prescindere dalle tipologie di manifestazione della tosse durante la notte quell’ultima non va trascurata poiché è possibile che si tratti di gravi malattie a partire da malattie virali e infettive a patologie oncologiche che richiedono intervento medico immediato.

Quali malattie causano la tosse notturna?

Gli attacchi di tosse notturna si manifestano negli adulti a causa di alcuni disturbi non solo delle via respiratorie, ma anche degli organi del sistema gastrointestinale o cardiovascolare. La tosse ci segnala che all’interno del nostro organismo esiste un problema ed è necessario consultare il proprio medico di base per le prescrizioni necessarie.

Le cause patologiche degli attacchi di tosse sono:

  • infezione respiratoria virale;
  • bronchite;
  • varie malattie infettive e virali;
  • asma;
  • disturbi nel sistema gastrointestinale;
  • tubercolosi;
  • insufficienza cardiaca;
  • allergie;
  • tumori maligni del polmone.

Se la tosse notturna è dovuta alla presenza di un virus o di un’infezione nell’organismo, solitamente essa viene accompagnata anche dagli altri sintomi come febbre, debolezza profonda, vertigini, nausea e vomito. Se si tratta dei disturbi cardiaci, oltre la tosse soffocante causata dalla mancanza di ossigeno si verificano anche mancanza di respiro, polso rapido e azzurramento del triangolo naso-labiale. E nei malati di tubercolosi si manifestano anche tracce di sangue nel catarro.

Se risulta impossibile valutare le cause della tosse da soli, è necessario consultare un medico che aiuterà a capire che patologia ha provocato i sintomi presenti e determinerà la terapia adeguata.

Quando sono presenti i disturbi del tratto gastrointestinale, la tosse viene accompagnate dalle fastidiose sensazioni allo stomaco poiché in questo caso essa viene provocata dallo squilibrio e dall’irritazione delle terminazioni nervose afferenti nell’esofago. La tosse improvvisa può essere una manifestazione della reazione allergica causata dalla puntura di qualche insetto.

Quindi è possibile capire come placare la tosse notturna solo dopo aver studiato attentamente i veri problemi che potrebbero essere sfavorevoli condizioni di vita, reazioni allergiche oppure disturbi agli organi interni.

Rimedi

La ragazza esamina bottiglie e bicchieriCosa fare se si soffre dalla tosse notturna? Prima di tutti, bisogna occuparsi delle condizioni confortevoli nella vostra camera da letto: è necessario monitorare l’umidità e la temperatura dell’ambiente, fare spesso pulizie ad umido, acquistare biancheria di qualità e non permettere agli animali domestici di dormire nella stessa stanza. Certamente non è sempre possibile risolvere il problema in questo modo, però è possibile migliorare le condizioni a chi soffre di qualche malattia che provoca la tosse. Se la tosse persiste per 2-3 settimane, non ci si può aspettare; bisogna farsi vedere da un medico esperto che potrà trovare l’origine del disturbo e determinare le cure adeguate. Solitamente si tratta della terapia farmacologica abbinata alle ricette naturali.

Come sbarazzarsi dalla tosse causata da grandi quantità di muco nelle vie respiratorie? Prima di tutto, non si devono prendere farmaci sedativi della tosse che potrebbero provocare un ristagno di muco nei polmoni, aggravando in questo modo il processo infiammatorio e creando ulteriori problemi legati alla respirazione durante il sonno. Anche i mucolitici sono sconsigliati in questo caso poiché essi consentono l’espulsione della secrezione mucosa in eccesso che causerà attacchi di tosse ancora più intensi e si potrà scordare del riposo notturno.

La migliore soluzione in questo caso è un rimedio per eliminare spasmi bronchiali e calmare l’infiammazione della mucosa faringea. Certamente, in caso di gravi infezioni bisogna prendere farmaci antibatterici che eliminano la flora patogena e riducono l’intensità degli attacchi di tosse. Inoltre, se la tosse notturna è stata causata dalle reazioni allergiche verranno prescritte gli antistaminici che affrontano infiammazioni croniche e gonfiore della mucosa in maniera efficace.

Non si deve scordare che è possibile risolvere il problema della tosse solo dopo aver affrontato la sua origine siccome la tosse notturna è solo un sintomo il cui trattamento non avrà nessun effetto se non sbarazzarsi del disturbo principale.

Come calmare l’attacco di tosse durante la notte

La consultazione del medico, la diagnosi e la cura richiedono sempre molto tempo, e noi abbiamo bisogno del riposo notturno ogni giorno, altrimenti si rischia di rovinarsi completamente la salute. Sorge allora la domanda: come calmare la tosse notturna con rimedi già a portata di mano per riposare bene e recuperare le forze per affrontare la malattia principale? In questo caso è consigliabile:

  1. Cambiare la posizione del corpo. È più facile eliminare il catarro quando ci si siede per questo si è colpiti dall’attacco durante la notte è meglio alzarsi e mettere un grande cuscino sotto la schiena. È possibile anche alzarsi dal letto, inclinarsi un po in avanti e poi rialzarsi, alzare le mani e allungare bene il corpo.
  2. Recuperare le respirazione. Bisogna fare un respirare lentamente con il naso ed espirare senza sforzo con la bocca aperta.
  3. Arieggiare la stanza. L’area fresca aiuta a migliorare lo stato delle via respiratorie e prevenire l’eccessiva secchezza delle mucose Quando fa caldo è meglio uscire sul balcone per 5-10 minuti.
  4. Preparare bevande calde. Un bicchiere di latte caldo, tè verde o acqua calda sarebbero delle soluzioni migliori in questo caso.
  5. Umidificare l’aria in casa. Il riscaldamento acceso rende l’aria molto secca, perciò sarebbe utile appendere in casa gli asciugamani bagnati o metterci una padella o una bacinella di plastica d’acqua.

Un rimedio molto efficace in questo case sarebbe anche fare un’inalazione, ma di notte durante l’attacco di tosse non sarà una vicenda facile preparare tutto necessario per farne una. Perciò è molto più facile riempire la vasca d’acqua calda e respirare vapori provenienti dalla vasca.

Certamente, bisogna rendersi conto se i rimedi qui sopra riportati non calmano la tosse, è meglio non mettere a rischio la propria salute e chiamare ambulanza.

Farmaci

Che farmaci utilizzare per calmare la tosse notturna di adulti?

I farmaci utili per calmare spasmi bronchiali e per ammorbidire il muco depositato aiuteranno ad affrontare l’attacco di tosse causato da una grande quantità di muco accumulato nelle vie aeree. Tali farmaci possono fermare l’attacco ed eliminare la tosse assicurando in questo modo un riposo notturno tranquillo.

Se la tosse soffocante è causata da qualche reazione allergica bisogna prendere un antistaminico senza di cui sarà difficile affrontare il gonfiore della mucosa che di notte solitamente diventa più intenso. Quando la tosse è causata da bronchite o polmonite che richiedono antibiotici, i medici in questo caso danno preferenze ai farmaci che non deteriorano la qualità del sonno.

Scegliendo i farmaci da soli è importante non peggiorare la situazione, perciò è necessario spiegare bene al farmacista i vostri sintomi. La scelta del farmaco dipende dal tipo di tosse che vi disturba.

Rimedi naturali

Il pregio migliore di rimedi naturale è che essi non solo aiutano a combattere la tosse in maniera efficiente ma anche non possiedono praticamente controindicazioni né effetti collaterali nocivi. Inoltre, sono economici e facili da preparare al confronto con i farmaci. Eccoci qua le ricette più comune:

  1. Zucchero caramellato. Meglio prepararlo in anticipo, sciogliendo un mezzo bicchiere di zucchero nella pentola fino che diventi marrone, dopodichè bisogna aggiungerci un bicchiere d’acqua calda e mescolare tutto. Lo sciroppo ottenuto dovrebbe essere preso 1 cucchiaino subito dopo un altro attacco di tosse.
  2. Infuso di ortica. Prendere una manciata di foglie di ortica secche e aggiungerci vodka. Lasciar riposare per 10 giorni, dopodichè prendere 1 cucchiaino una volta la tosse vi sveglia durante la notte.
  3. Tè al lampone. Per prepararlo vanno bene fiori, foglie, lamponi. Prendere 15 grammi di prodotto e aggiungerci acqua bollente. Preparare come il tè. Bisogna berlo caldo proprio prima di andare a letto.
  4. «Zabaione». Questa ricetta aiuta a combattere la tosse secca. Bisogna montare un tuorlo d’uovo, latte caldo, un cucchiaio di miele e la stessa quantità di burro. Per calmare la tosse bisogna prenderlo caldo e subito dopo mettersi a letto.

Bisogna capire che i rimedi naturali anche se efficaci non aiutano a combattere l’origine della tosse notturna, perciò è necessario abbinarli con farmaci prescritti dal medico.

Misure preventive

Bisogna ricordare che le seguenti misure preventive aiutano a prevenire la tosse:

  • controllare il livello di umidità nella vostra casa;
  • arieggiare la stanza prima di andare a dormire;
  • fare pulizie quotidiane;
  • prendersi cura tempestivamente di raffreddori e infezioni virali;
  • smettere di fumare;
  • evitare l’ipotermia;
  • mangiare cibo nutriente;
  • evitare potenziali fonti di allergie.

E, naturalmente, se il problema è già accaduto non si deve trascurarlo, altrimenti la semplice tosse potrebbe causare problemi molto più gravi rispetto al riposo notturno interrotto.

Autore dell'articolo
Sofia Moretti

Ciao! Mi chiamo Sofia, sono una consulente professionale sui problemi del sonno. Se avete delle domande, scrivetele nei commenti oppure direttamente sui social. Cercherò di rispondere a tutti!

Articoli correlati