Tosse

Spesso una tosse forte impedisce a dormire bene e tranquillamente. Di solito, non si manifesta durante il giorno, ma colpisce forte proprio di notte. Quello che bisogna farne dipende dalle cause del disturbo. La tosse secca segnala l’irritazione della mucosa della gola. A volte è provocata dall’aria troppo secca, reflusso gastroesofageo, inizio di asma o reazione allergica. La tosse grassa significa che ci sono dei processi infiammatori nelle vie respiratorie accompagnati dalla produzione elevata del catarro.

Come calmare la tosse
Quali rimedi naturali aiutano a calmare la tosse durante la notte e quando è necessario farsi visitare dal medico?

Scopri di più >>

È un vero disagio quando la tosse impedisce ad un adulto a dormire bene, ed è anche peggio se di notte dalla tosse soffrono i bambini. Nella maggioranza dei casi le cause saranno più o meno simili.

La tosse sia diurna che notturna può essere di due tipi: secca e grassa. Di notte la tosse secca può essere dovuta all’aria troppo secca della stanza che essicca eccessivamente la gola causando gli spasmi.

Un altro motivo dell’irritazione della mucosa delle vie respiratorie è il reflusso gastroesofageo. Quando la valvola tra lo stomaco e l’esofago non funziona bene, l’acido contenuto nello stomaco torna nell’esofago irritando le sue terminazioni nervose, può arrivare fino alla gola causando la tosse riflessa.

La tosse grassa, invece, è provocata dal cumulo di catarro all’interno delle vie respiratorie. La prima causa è che nel sonno il muco non si scioglie così rapidamente nel rinofaringe, e la circolazione del sangue negli organi respiratori si rallenta pure. Di conseguenza, si accumula la quantità eccessiva del catarro. Visto poi che l’individuo sta in una posizione sdraiata, gli viene difficile eliminarlo con un colpo di tosse. Per questo motivo la mattina può iniziare dalla tosse forte, quando si attivano gli organi respiratori e iniziano a pulirsi mediante la tosse.

Tuttavia, la tosse durante la notte può segnalare l’inizio di una malattia grave, in particolare nei bambini. Per questo vi consigliamo di sentire le raccomandazioni del medico.