Perché durante la gravidanza si ha così tanto sonno

È normale sentirsi fiacche e assonnate durante la gravidanza nei suoi diversi stadi? Come migliorare la situazione oppure se dobbiamo preoccuparci?

Fiacchezza e sonnolenza durante la gravidanza

La donna incinta sbadigliaSpossatezza e apatia leggera sono naturali nelle donne incinte. Tutto ciò si spiega con i molteplici cambiamenti del corpo e dell’equilibrio ormonale. Tuttavia in quale misura sonnolenza e fiacchezza sono nella norma? Quali sintomi ci avvertono che bisogna allarmarsi e chiedere un aiuto qualificato?

Norma e alterazione

Quasi ogni donna che si trova in “stato interessante” sente gli attacchi di apatia, sonnolenza o fiacchezza nei diversi trimestri della gravidanza. Questa è una reazione normale del corpo ai molteplici cambiamenti. Tuttavia anche in tal caso esistono alcune norme.Grafico di gravidanza trimestrale

1 trimestre

L’inizio della gravidanza, il primo trimestre, è uno dei periodi più difficili e pericolosi. Anche le donne che godono di buona salute ogni tanto sentono la fiacchezza. Tutto ciò succede a causa delle trasformazioni che avvengono nel corpo e nell’equilibrio ormonale.

Uno dei fattori che causano la stanchezza è la tossicosi. Alcune fortunate non ne soffrono proprio, altre hanno attacchi solo di mattina, nelle altre invece la tossicosi provoca grandi disaggi. A causa della tossicosi passa l’appetito, peggiora lo stato d’animo, cioè questo fenomeno causa un malore generale. Di solito la situazione si stabilizza verso la dodicesima settimana. L’altro fattore è la produzione enorme di progesterone; questo ormone è responsabile di irritabilità e sonnolenza.

Esistono anche altre cause:

  1. Ipotensione: pressione arteriosa bassa. Nel caso di questa malattia spesso si verificano giramenti di testa, capitano gli svenimenti. È importante accorgersi tempestivamente di questi sintomi e rivolgersi al medico. Questa patologia può avere conseguenze negative sullo sviluppo del bambino.
  2. Livello insufficiente di emoglobina nel sangue: anemia da carenza di ferro. È un fenomeno molto diffuso tra le donne incinte perché il loro corpo necessità di una quantità doppia di ossigeno e di ferro. Bisogna tenerlo sotto controllo medico.
  3. L’abbassamento delle difese immunitarie all’inizio della gravidanza provoca lo sviluppo accelerato di malattie virali e infettive, ecco perché bisogna tenere la salute sotto controllo.

Bisogna stare attenti se la tossicosi si ripete più di 5-8 volte al giorno, perché a quel punto il fenomeno diventa pericoloso ed è meglio informare il medico.

2 trimestre

Il periodo intermedio della gravidanza è un periodo tranquillo. Il corpo si è già adattato e funziona in modo armonioso, la pancia non è ancora grande, la tossicosi si manifesta raramente. Tuttavia di tanto in tanto possono venire apatia e sonnolenza, perché la donna si stanca molto facilmente.

Se questi eventi non sono costanti e non sono presenti altri sintomi non dovete preoccuparvi. Nel caso la futura mamma si senta quotidianamente sfinita, soffra di giramenti di testa e svenimenti è necessario consultare il medico curante. Le cause di questo stato possono essere diverse: alcune patologie o malattie, pressione arteriosa bassa, anemia, stile di vita sbagliato e vizi.

3 trimestre e prima del parto

Le ultime settimane di gestazione sono le più difficili sia in senso psicologico che in quello fisico, ed ovviamente tutto ciò ha un effetto diretto sullo stato emotivo della puerpera. Il bambino che è diventato grande e si muove in continuazione, il carico pesante sull’organismo, i chili acquisiti, affanno, gonfiori: tutto questo influisce negativamente sulla donna. La sonnolenza in questo periodo è molto più diffusa, perché prima dell’evento tanto importante il corpo risparmia le sue forze e le spende il meno possibile. Ecco perché leggero malessere e stanchezza generale sono fenomeni comuni. È importante tenere la salute sotto controllo e prestare attenzione ad ogni cambiamento. Sono pericolosi pressione arteriosa alta oppure troppo bassa, tarda tossicosi, anemia e altre malattie che possono causare apatia e fiacchezza.

Come si manifesta la spossatezza durante la gravidanza

La donna spegne l allarmeDurante il periodo della gestazione già dalla prima mattina molte donne si sentono stanche e distrutte, assonnate ed apatiche. In questo periodo così importante questo è il modo in cui si manifesta la spossatezza generale.

Il corpo si prepara per l’evento imminente e quindi spende al minimo le sue risorse, ed inoltre fornisce al bambino tutto il necessario. In più in questo periodo nelle donne cambia spesso l’umore, aumenta il livello di percezione emotiva, la voglia di piangere e la compassione, l’empatia. Questi sintomi sono più evidenti nel primo e nell’ultimo trimestre della gravidanza.

Perché durante la gravidanza si ha spesso il sonno? È pericoloso?

La costante sonnolenza durante gravidanza è causata dagli importanti cambiamenti, dal sovraccarico dell’organismo, dal livello aumentato di progesterone, che a sua volta provoca direttamente sonnolenza, apatia ed irritabilità. Altre cause sono:

  • le situazioni di stress. Per una donna questo stato insolito è molto emozionante, ci sono nuove preoccupazioni soprattutto se si è in attesa del primogenito;
  • abbassamento delle difese immunitarie;
  • carenza di vitamine;
  • anemia;
  • ipotonia;
  • tossicosi.

La spossatezza è un fenomeno comune in gravidanza, tuttavia se i sintomi diventano cronici conviene consultare il medico per un controllo ed eventuali esami. 

Come alleviare la stanchezza: consigli

Lo stato emotivo della donna ha effetto diretto ed influisce immensamente sullo stato del bambino.

In caso di stress le cellule accumulano l’influenza negativa che ha un pessimo effetto sulla puerpera ed il suo bambino. Quindi una delle garanzie per una gravidanza stabile e in salute è la mamma felice e tranquilla.

Passeggiate

Passeggiate incinte sul campoLe passeggiate all’aria aperta devono essere necessariamente incluse tra le attività quotidiane della donna incinta. Queste miglioreranno lo stato generale del corpo, il flusso sanguigno, l’ossigenazione dell’organismo. All’aperto si possono fare esercizi facili o ginnastica, yoga se permesso. Inoltre, un bosco, l’acqua o addirittura un giardino pubblico e la vegetazione tranquillizzano il sistema nervoso e agiscono come antidepressivo.

Le passeggiate sono indispensabili, soprattutto in caso di anemia, e devono durare almeno una-due ore al giorno.

Alimentazione

L’alimentazione è un altro dei fattori principali che influiscono direttamente sul corso della gravidanza, sul bambino e la futura mamma. In caso di carenza di vitamine e altre sostanze utili i rischi sono:

  • aborto spontaneo;
  • parto pretermine;
  • ritardi nello sviluppo del bambino;
  • patologie e basse difese immunitarie alla nascita;
  • forte stress per il corpo della puerpera;
  • parto complicato.

Incinta Mangia MuesliPer evitare le conseguenze negative bisogna seguire alcune raccomandazioni:

  • assumere integratori per le donne incinte (secondo la prescrizione medica);
  • mangiare ogni giorno frutta, verdura, carne e formaggio;
  • bere acqua pura se non vi sono restrizioni mediche;
  • mangiare regolarmente durante la giornata;
  • includere nella dieta alimenti ricchi di ferro e fibra;
  • eliminare i prodotti grassi, fritti e piccanti;
  • ridurre le spezie ed il sale.

Alle donne in gravidanze è estremamente vietato assumere alcol e fumare!

Ginnastica

Incinta con tappetino yogaPrima di fare gli esercizi fisici bisogna consultare un medico per evitare rischi.

Se la salute della donna lo permette è consigliabile fare ginnastica mattutina, preferibilmente all’aria aperta: piegamenti, esercizi per le gambe e le mani, anche con una palla da fitness. Il vostro allenatore o il consulente in gravidanza saranno in grado di suggerirvi la ginnastica migliore.

Si può fare anche yoga se non ci sono controindicazioni. Lo yoga rilassa, tonifica e favorisce lo stretching che è un fattore positivo durante il travaglio.

I nove mesi in cui il bambino rimane nel grembo della madre sono un periodo difficile ed emozionante. La natura ci ha creati in modo tale che il corpo durante la gravidanza preserva e accumula le forze senza sprecare risorse preziose. In questo periodo sonnolenza ed apatia sono comuni. Tuttavia bisogna stare attente alla salute per accorgersi in tempo di eventuali malattie.

Conclusioni

Se una futura mamma sta combattendo in continuazione il desiderio irresistibile di dormire, ma tutti gli esami sono nella norma e non si manifestano altri sintomi, non c’è bisogno di correre dal medico. Dovete semplicemente andare a riposare. Perché il riposo o sonno insufficiente può avere effetti negativi sulla salute della donna e del nascituro. La tensione eccesiva può causare l’aumento di tono muscolare dell’utero, uno stato poco desiderato ed addirittura pericoloso.

A volte la sonnolenza costante preoccupa la donna incinta. In tal caso è importante creare le condizioni per il riposo migliore. Per esempio, fare una passeggiata all’aperto prima di andare a dormire, immergersi nella natura nel fine settimana. Se non ci sono motivi seri per il malessere questa tecnica vi aiuterà sicuramente.

Autore dell'articolo
Sofia Moretti

Ciao! Mi chiamo Sofia, sono una consulente professionale sui problemi del sonno. Se avete delle domande, scrivetele nei commenti oppure direttamente sui social. Cercherò di rispondere a tutti!

Articoli correlati